CARDIOPATIA DILATATIVA: COSA OGNI CARDIOLOGO DOVREBBE SAPERE

SALA NAVA

8.45-10.30

 

Moderatore: A. Boccanelli, Roma – F. Re, Roma

 

Stratificazione del rischio della cardiomiopatia dilatativa idiopatica:
verso una medicina di precisione
M. Merlo, Trieste

 

I vari volti della cardiomiopatia dilatativa non ischemica:
impatto dell’eziologia sulla prognosi
A.M. Martino, Roma

 

Miocardio non compatto
I. Jacomelli, Roma

 

Significato clinico ed impatto prognostico aritmico e/o emodinamico della
scar nella cardiomiopatia dilatativa idiopatica
M. De Lazzari, Padova

 

Utilità del test genetico per la diagnosi e prognosi della cardiomiopatia
dilatativa idiopatica: se, quando e come
R. Mango, Roma

 

Il ruolo dell’ ICD nella CMD: la distanza tra setting sperimentale e mondo reale
G.B. Forleo, Milano

 

Vecchie certezze e nuove scoperte nella diagnosi e cura della
cardiomiopatia dilatativa idiopatica: esperienza di un singolo centro
E. Silvetti, Roma

 

Cardiopatia alcoolica
S. Sciacchitano, Roma

 

Discussant: A. Marcheselli, Tivoli (RM) – T. Nejat, Roma

 

Discussione